DEDICATO AI GIOCHI DI RUOLO D'ISPIRAZIONE TOLKIENIANA 

 

menù -->

gdr / download

tolkien

TAVERNA

rubriche

LA CREW

info

SOTTOmenù -->

RECENSIONI

APPROFONDIMENTI

INTERVISTE

 

john ronald reuel tolkien

...:: reCEnSiONI ::...

 

Il Libro Nero del Mastio Rosso

 

Autore: Alex Lewis
Editore: Simonelli Editore
Pagine: 104
Anno: 2008

 

Il Libro Nero del Mastio Rosso (tradotto dall'inglese da Alberto Quagliaroli e Lorenzo Daniele che ne firma anche le illustrazioni) parla di Isildur, il figlio di Elendil e re di Gondor, colui che tagliò il dito di Sauron nella battaglia dell’Ultima Alleanza e da esso tolse l’Unico Anello che, però, poi anch’egli perdette.

Questo romanzo parla anche del Re Stregone, il capo dei Nazgul, che affrontò Gandalf, uccise Theoden e fu ucciso da Eowin e da Merry. Re Stregone il cui nome non fu mai pronunciato nelle storie di Tolkien.

Come il romanzo di Lewis parla di Isildur e del Re Stregone?

Non possiamo qui dirlo per non anticipare informazioni importanti e così togliere la sorpresa al lettore. Diciamo solo che il romanzo pretende di rivelare atti e conoscenze del tutto inaspettate e paradossali per chi aveva letto solo la “storia ufficiale” e cioè quella scritta dagli Uomini di Gondor.

Tutti i fatti sorprendenti e paradossali che Lewis “rivela” nel suo romanzo sono però – come egli si premura di dimostrare puntigliosamente in un dettagliato postscriptum del romanzo – sia sempre del tutto logicamente compatibili coi fatti narrati da Tolkien, sia spesso logicamente implicati da essi, come se fossero verità nascoste e più profonde che completano e spiegano con maggiore profondità e coerenza le verità – incomplete e più superficiali – della storiografia “ufficiale”.

Ma “la storia è sempre scritta dai vincitori” conclude Lewis, un po’ polemicamente e un po’ amaramente.


Alex Lewis non è solo un romanziere e un poeta, è anche un saggista acuto e filosofico. Nei Proceedings del convegno oxoniense per il centenario della nascita di Tolkien abbiamo già letto il suo scritto su "Historical Bias in the Silmarillion", in cui dimostra come il "Quenta Silmarillion" sia stato scritto dagli Elfi e dunque riempito dei loro pregiudizi etnocentrici. Anche il romanzo che ora presentiamo al pubblico italiano evidenzia l’interesse che Lewis ha per le dinamiche sofisticate e per nulla immediate della Storia e della Storiografia.

 

Per info:

http://www.simonel.com

 

"Girsa crew" non è stato creato per fini di lucro.

Non è nostra intenzione infrangere alcuna legge sul "copyright" e per tanto è vietato riprodurre

il materiale e/o il contenuto presente su queste pagine per scopi commerciali

Tutti i nomi, i marchi e i logo appartengono ai legittimi proprietari.