DEDICATO AI GIOCHI DI RUOLO D'ISPIRAZIONE TOLKIENIANA 

 

menù -->

gdr / download

tolkien

TAVERNA

rubriche

LA CREW

info

SOTTOmenù -->

SAGGI

DAL FORUM

IL LIBRO DEGLI EROI

IL FILM

 

RUBRICHE

...:: DAL FORUM ::...

 

Chi "fa" l'avventura ? Il Master, i Personaggi o una sapiente combinazione dei due ?

 

Nome : Cerealkiller
Città : Pisa
Anno di nascita : 1977

Numero approssimativo di anni giocati (in veste di Master) : 10
Indirizzo e-mail : cerealkiller@tin.it
Opinione/Consiglio= credo che ci sia un buon 80% di master, nel senso che un buon master deve essere anche un po' psicologo, capire anche che tipo di gioco piace ai giocatori e cercare di tenerne conto nelle proprie campagne. Personalmente ad esempio amo molto la magia in GiRSA sia incantesimi che oggetti e mi piace inventarne tanti, belli, strani, divertenti. Con 2 nani guerrieri nel gruppo (e assicuro che sono realmente l'incarnazione di nani !) ogni tanto c'è bisogno di sgranchirsi un po' le gambe e le asce: che fare? Rinunciare alla magia e mandare 10 orchetti al macello? 2 arcieri (per il ranger) 7-8 orchetti per nani e paladino e magari un usufruitore per un bel combattimetno tra maghi che me piace tanto. Siamo contenti tutti.
Comunque qualsiasi sia la percentuale master-giocatore entrambi sono ovviamente indispensabili

 

Nome : Cisti
Città : Fabiano
Anno di nascita : 1985

Numero approssimativo di partite giocate (in veste di Master) : 6
Indirizzo e-mail : cisti2000@libero.it
Opinione/Consiglio= Secondo me l'avventura la fanno il master e pg insieme.

 

Nome : Luigi
Città : Roma
Anno di nascita : 1984

Numero approssimativo di partite giocate (in veste di Master) : 50
Indirizzo e-mail : krego_gigia@yahoo.it
Opinione/Consiglio= secondo me il master più preparato non riuscirebbe a portare avanti un avventura senza un gruppo che lo segue e viceversa un gruppo di alto livello senza un master altrettanto bravo o migliore non va avanti quindi secondo me chi fa l'avventura è chiunque si sieda al tavolo dei partecipanti che questi abbia una discreta esperienza o meno l'importante e che la sua mente si trasporti all'interno dell'avventura

 

Nome : Purino Bertinello Scavafossi
Città : Firenze
Anno di nascita : 1975

Numero approssimativo di anni giocati (in veste di Master) : 14
Indirizzo e-mail : harun@katamail.com
Opinione/Consiglio= scusino loro signori "alti" se oso proferir parola in una discussione così dotta e difficoltosa per un umile hobbit pelopiede.
Posso azzardare una soluzione anche se la mia esperienza di vita si limita a cercar mirtilli nell'orticello di casa per farne torte squisite per prima, seconda e terza colazione oppure a fumare erbapipa contemplando le stelle sopra la mia casetta e non son certo avvezzo a parlare con personaggi di tale levatura come voi...ehm...si dunque:....secondo il mio modesto parere, l'avventura è principalmente svolta dai giocatori, che con la loro interpretazione possono rendere piacevole un'avventura anche se gli avvenimenti proposti dal master sono pochi o poco "originali". E' divertente anche giocare una serata nella propria casetta senza per forza mettere in mezzo il classico "attacco degli orchetti sbavanti". Certo, lor signori, mi diranno "ma se il master è proprio un vero celebroleso?"...bè...effettivamente è raro che un gruppo di bravi giocatori che amano interpretare il proprio personaggio in prima persona vadano a scegliersi un master "coglionazzo" (è più probabile il contrario...master volenteroso con giocatori da fucilare)! insomma...in conclusione: + interpretazione da parte dei giocatori + divertimento nelle partite.
A presto e grazie per avermi lasciato esprimere la mia opinione in mezzo a quella di tanta gente "alta".
Ora però rischio di far bruciare la torta....

 

Nome : Luigi
Città : Castellammare (Napoli)
Anno di nascita : 1981

Numero approssimativo di anni giocati (in veste di Master) : 7
Indirizzo e-mail : tyler81@inwind.it
Opinione/Consiglio= L'idea che mi sono fatto in vari anni di gioco di ruolo (passando da Ad&d a shadowrun a Girsa) è che la creazione di un'avventura, non solo è un fenomeno altamente soggettivo, ma anche profondamente dovuto al caso; inoltre come dice bene il mio omonimo da Roma il master più preparato non va' da nessuna parte se non è seguito dai giocatori. Mi spiego meglio. Perché un'avventura riesca bene, il che significa che tutti bene o male si siano divertiti, è necessario coinvolgere il più possibile tutti i giocatori (bella scoperta!). Per coinvolgere tutti i giocatori è necessario conoscerli bene (non esistono a mio parere avventure adatte a tutti), delineando l'avventura a seconda dei gusti dei nostri amici giocatori. Il punto cruciale, io credo, sta nel coinvolgimento, che porterà inevitabilmente a modificare lo scheletro dell'avventura preparata dal master. La creazione di un'avventura o di una campagna non potrà mai essere fatta del tutto a tavolino, poiché si escluderebbe la possibilità che il caso lavori a nostro favore, migliorando la nostra avventura. Cerco di spiegarmi e di concludere. Immaginate di aver delineato nei minimi particolari un'avventura che riscuote successo presso i vostri giocatori, i quali si appassionano ed entrano nel perverso meccanismo del gioco. A questo punto, penso inesorabilmente, ci sarà qualcuno, il più strambo (ce n'è sempre uno) vorrà fare un'azione a cui voi non avevate minimamente pensato, probabilmente inutile. Bhe, quella sarà la direzione in cui dovrete muovere, necessariamente, la storia per mantenere vivo l'interesse e con esso il divertimento, senza aver paura di dover buttare alle ortiche l'avventura che con tanta fatica avevate preparato. 

Il Master deve essere il compositore e il direttore d'orchestra, ma deve anche seguire le melodie dei solisti, che, quando bravi, riescono ad abbellire la sinfonia.
Spero che la mia metafora musicale sia servita per rendere più chiaro il mio pensiero.

 

"Girsa crew" non è stato creato per fini di lucro.

Non è nostra intenzione infrangere alcuna legge sul "copyright" e per tanto è vietato riprodurre

il materiale e/o il contenuto presente su queste pagine per scopi commerciali

Tutti i nomi, i marchi e i logo appartengono ai legittimi proprietari.